HOME GLI EVENTI PHOTOGALLERY PRENOTAZIONI CONTATTI

CONCA DELLA CAMPANIA
CASERTA
ITALIA







Grazie alla nostra posizione geografica e possibile approdare a numerose mete turistiche nei dintorni. Qui ne sono elencate alcune.

LA MADONNA DEI LATTANI. ROCCAMONFINA (CE)

Questo santuario è situato sul Monte LATTANI, 850metris.l.m., uno dei tanti crateri del vasto comprensorio vulcanico del ROCCAMONFINA, ora spento ma attivissimo nei tempi antichi. La sua storia inizia tra la fine del 130e i primi anni del 1400 quando un pastore, FRANCESCO GALLO, conducendo al pascolo il suo gregge di capre,trovò, nascosta in una grotta, una statua della madonna, detta poi DEI LATTANI. Una pia tradizione racconta che la Sacra Immagine era chiusa in una cassa di pietra e che un serpente ne custodiva in bocca le chiavi. Alla vista del pastorello fuggì lasciando le chiavi e permettendo così la scoperta del “Sacro tesoro”. Si racconta ancora che i santi francescani BERNARDINO DA SIENA (1380-1444) e GIACOMO DELLA MARCA(1394-1476) siano venuti qui pellegrini a rendere omaggio alla madonna e che S. Bernardino, volendo fondare un convento per ospitare i religiosi addetti al culto della Vergine,per conoscere se questa fosse la volontà di Dio,abbia piantato in terra il suo bastone di castagno secco e che questo sia subito germogliato. Sorse così la primitiva casa religiosa affidata ai FRATI MINORI(=FRANCESCANI) ancora oggi esistente nell’ambito del Santuario e chiamata appunto”EREMITAGGIO DI S. BERNARDINO”.

SACRARIO MILITARE
DI MONTE LUNGO

Esso è situato lungo la via Casilina, a circa due Km, dall’abitato di Mignano, sulle pendici del Monte Lungo che nei giorni 8 e 16 dicembre 1943fu teatro dei primi combattimenti dei reparti regolari italiani nella guerra di liberazione contro i tedeschi.
Vi sono raccolte le Salme di 974 Caduti della guerra di liberazione 1943-45,provenienti dai vari cimiteri di guerra sparsi lungo tutta la penisola.
Di fronte al sacrario, sul lato opposto della via Casilina, è stato ordinato un piccolo museo che raccoglie una precisa documentazione di fotografie,grafici e stralci di ordini atti ad illustrare la partecipazione dei soldati italiani nella guerra di liberazione ,affianco degli alleati anglo-americani.
In apposite vetrine sono raccolti cimeli,armi ed altre documentazioni ufficiali.
 

LE CIAMPATE DEL DIAVOLO

A Tora e Piccilli, piccolo centro dell’Alto Casertano sulle pendici del vulcano estinto di Roccamonfina, gli abitanti conoscevano quelle orme sulla roccia come” la ciampate del diavolo”Le impronte però avevano destato la curiosità di molti storici locali e non. Così dopo qualche tempo una prestigiosa rivista scientifica americana, annunciava che “le ciampate del diavolo erano in realtà le prime impronte della storia dell’uomo.